LEGATURA D’AMORE SALOMONICA

Legamento d’amore salomonico

Il legamento d’amore salomonico fa parte dei rituali della magia salomonica, ovvero un insieme di rituali magici risalenti al tardo Medioevo e attribuiti al Re Salomone. Tra tutti i riti di magia salomonica, il legamento d’amore è forse quello più conosciuto in ambito esoterico. Vediamo dunque a cosa serve il legamento d’amore salomonico, come si fa e quali benefici comporta.

A che cosa serve il legamento d’amore salomonico

Il legamento d’amore salomonico rientra tra le magie positive, ovvero quel tipo di magie che funzionano senza avere effetti o conseguenze negative in chi le attua e subisce. Chiamato anche rito di Venere, il legamento d’amore salomonico è un rituale che consiste nel mettere in atto una serie di pratiche con lo scopo di far tornare un amore, favorire la nascita di un sentimento tra due persone o conquistare un uomo o una donna.

Occorre specificare che il legamento d’amore di magia salomonica non forza la nascita di un amore, ma al contrario consente di creare le condizioni affinché questo avvenga. Ciò vuol dire che, attraverso una serie di rituali, vengono messe in moto emozioni interiori nelle persone interessate, affinché queste emergano in maniera naturale. Se le emozioni emergono, infatti, allora si libererà anche l’amore contenuto al loro interno, che incomprensioni, terze persone, problematiche varie potrebbero aver ostacolato.

Con il rituale del legamento d’amore salomonico, quindi, l’obiettivo è consentire a due persone di sviluppare e consolidare il proprio sentimento. In questo modo si possono sbloccare situazioni amorose complicate, in cui le emozioni sono state messe da parte, magari per molto tempo, a favore dell’incomunicabilità.

Lo scopo del legamento d’amore salomonico è consentire a due persone di sviluppare e consolidare il proprio sentimento, sbloccando situazioni emotive complesse.

Come si procede: l’inizio del legamento d’amore salomonico

Il legamento d’amore di magia salomonica si può effettuare con l’assistenza di un operatore esoterico, oppure da soli. Per svolgerlo in autonomia, occorre iniziarlo a mezzanotte in punto e procurarsi innanzitutto il seguente materiale:

✓ acqua di Lourdes, consacrata;
✓ 2 statue della Madonna di Santa Maria Ausiliatrice;
✓ 1 statua di San Michele arcangelo;
✓ 2 foto: una di chi attua il rituale e una di chi si vuole far innamorare;
✓ data di nascita: una di chi attua il rituale e una di chi si vuole far innamorare;

✓ orario di nascita di entrambe le persone; ✓ 3 spilli;
✓ petali di papavero;
✓ 1 bambola di stoffa;

✓ 1 piatto sporco di sangue di lepre;
✓ 1 bicchiere con circa 3 centilitri di sangue di rospo di fiume; ✓ 6 candele bianche, 4 rosse e 1 nera.

Per avviare il legamento d’amore salomonico, occorre predisporre il materiale nel modo corretto. Come prima cosa bisogna consacrare per 3 ore, nel piatto sporco di sangue di lepre, le statue della Madonna di Santa Maria Ausiliatrice e di San Michele Arcangelo con l’acqua di Lourdes. In seguito, è opportuno bagnare le foto con l’acqua di Lourdes e farle asciugare sopra i petali di papavero per circa 60 minuti.

Infine, almeno 30 minuti prima dell’inizio del vero e proprio rituale, è necessario posizionare la bambola di stoffa in mezzo alle candele accese. Passati i 30 minuti, togliere la bambola, senza spegnere le candele, mettendo al suo posto le statue con il piatto, e infilzare la bambola con i 3 spilli, bagnandola al contempo con il sangue di rospo.

Come si sviluppa il legamento d’amore salomonico

Nella situazione di cui sopra, il legamento d’amore salomonico

prosegue con la ripetizione delle parole che seguono.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, io ti consacro con il nome di (dire il nome della persona che vuoi far innamorare) nato/a il (data di nascita) a (luogo di nascita). Per il potere di quest’acqua benedetta di fronte all’Eucarestia non sei più una bambola, ma sei l’immagine vivente di (nome), nato/a il (data di nascita) e (luogo di nascita). Amen”.

Detta questa formula, estrarre gli spilli dalla bambola, consacrandoli uno alla volta con l’acqua di Lourdes, dicendo la seguente formula.

Eloi elohim Sabaoth Jedovrah e per titti i santi nomi, sia quelli conosciuti che quelli sconosciuti, consacro la punta di questo spillo e lo rendo strumento al servizio della mia volontà. Avrah davrah. Così sia e così sarà”.

Riconficcare a questo punto il primo spillo nella testa, il secondo nel cuore e il terzo nel sesso della bambola, ripetendo ogni volta la formula che segue.

Per i più terribili nomi Gali, Enga, El, Habdanum, Ingodum, Obu ed Englabis. Io vi invoco spiriti del piacere e demoni dell’amore. Io vi invoco e per i Santi Nomi di Dio Eloi Elohim Sabaoth Jedovrah vi comando che (nome) pensi soltanto a me, che desideri solo me, che mi me soltanto e che adesso mi voglia con sé, che non possa più mangiare né dormire se non con me, che non possa immaginare altro all’infuori di me”.

Il legamento d’amore salomonico prosegue mettendo la bambola di stoffa dentro la scatola di legno, ricoprendola di petali di papavero. Per tutta la notte è necessario lasciare le candele accese e ogni due ore versare l’acqua di Lourdes sulle foto, fino alle sei di mattina, non oltre. Ripetere il rituale per 12 notti, una notte sì e una no.

Conclusione del rituale d’amore e benefici

All’alba del dodicesimo giorno per finalizzare il legamento d’amore

bisogna:

  1. a)  prendere tutto il materiale utilizzato e bruciarlo;
  2. b)  la cenere prodotta deve essere benedetta con l’acqua di Lourdes e conservata per 6 notti;
  3. c)  ogni notte è opportuno benedirla ogni 2 ore per 3 volte, da mezzanotte fino alle sei di mattina;
  4. d)  fatto questo, sotterrarla conservando circa 40 grammi che vanno riposti in un sacchetto di velluto, senza che nessuno lo veda;
  5. e)  da questo momento in poi, bisogna versare 3 gocce di acqua benedetta ogni 30 giorni nel sacchetto con le ceneri, per rendere l’amore indissolubile ed eterno.

Se svolto correttamente, il legamento d’amore salomonico è uno dei rituali più efficaci di tutte le magie salomoniche. I sintomi sono benefici e mai cattivi, possono insorgere da un minimo di 4-5 giorni fino a 4 mesi dopo la conclusione del rituale, in base alla recettività della persona bersaglio (se è single, sposata, se ha un amante…). I suoi effetti sono potenti e possono essere “misurati” in base alla presenza di determinati elementi.

La persona bersaglio, infatti, ovvero quella che vogliamo fare innamorare, può per esempio accusare verso chi ha svolto il rituale: sogni abbastanza forti e pensieri ricorrenti, desiderio di riavvicinamento e di parlare con lui, voglia di fare l’amore, progetti condivisi per il futuro, interesse, pensiero positivo, gelosia, adorazione, interesse sessuale, complicità. Più questi sintomi sono evidenti, più significa che il legamento d’amore salomonico sta funzionando!

Il legamento d’amore salomonico è un rituale di magia in grado di far nascere amori e liberare emozioni: non ha effetti negativi, ma apporta soltanto benefici positivi!

Leggi anche. LEGAMENTI D’AMORE